YEMEN: a Legnano, Mostra fotografica curata da Shirin Eghbal

Pubblicato da
Arabia (In)felix: Yemen in mostra a Legnano

Arabia (In)felix: Yemen in mostra a Legnano

YEMEN, a Legnano mostra fotografica curata da Shirin Eghbal

LEGNANO- SALA ESPOSIZIONI CENTRO PARROCCHIALE SAN MAGNO, Piazza San Magno, 10
Sabato 21 gennaio, inaugurazione ore 16.

La mostra sarà aperta fino al 5 febbraio.

Interverranno Francesco Augelli (Politecnico di Milano) e Alessandro Pellegatta, scrittore

Sarà l’occasione per capire cosa sta succedendo in Yemen, paese di fronte all’Eritrea, che ne condivide l’affaccio sul Mar Rosso.

Come mai della sua guerra in Yemen  e dei molti morti si parla così poco? Neppure il disturbo di distogliere lo sguardo. Si parla della situazione in Siria ma si tace sullo Yemen.

Sana, capitale dello Yemen, bella come Venezia. Così diceva Pier Paolo Pasolini che negli anni 70 girò “Le mura di Sana” un corto che fosse un appello all’Unesco. Le mura dell’antica città dovevano essere salvate.

Oggi però lo Yemen non è più salvo. Preda di molte divisioni e di una guerra fratricida, è diventato uno dei paesi più poveri al mondo. Prima democrazia parlamentare nel mondo arabo, ora si dibatte in un caos devastante.

Dall’agosto 2014 il conflitto ha ucciso 10 mila persone, ferendone 37mila.

“Le ragioni del conflitto” dice Alessandro Pellegatta “sono state di fatto innescate dalla richiesta del Fondo Monetario Internazionale (FMI) che ha imposto al governo yemenita la fine dei sussidi per l’acquisto del carburante. Così i prezzi sono saliti alle stelle, l’inflazione è aumentata a dismisura ed è scoppiata una protesta guidata dagli houthi, gruppo sciita sostenuto dall’Iran. La rivolta è in seguito degenerata in uno scontro armato”.

Il 2016 si è chiuso senza nessun passo avanti verso una soluzione di pace.
Due anni di guerra hanno intrappolato la popolazione yemenita sotto perenni bombardamenti causando più di due milioni di sfollati interni e 180 mila profughi, secondo dati UN.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*