ERITREA, operazione Fenkil, la liberazione di Massawa

Pubblicato da

Massawa, War Memory Square: i carri armati che hanno liberato la città nel 1990, ©Michele Pignataro per EritreaLive

Nel 1990, dopo trent’anni di lotta, il Fronte (Fple), con l’operazione Fenkil (estirpazione), libera la città portuale eritrea di Massawa.

L’operazione Fenkil è una battaglia che si combatte per tre giorni (8-10 febbraio), sia per terra, sia per mare. Un fronte lungo più di 200 chilometri.

Un attacco a sorpresa condotto dai suoi combattenti eritrei  lungo le linee nemiche etiopiche.

Per prima cosa il Fronte blocca la strada che da Asmara conduce a Massawa.

Poi inizia la battaglia.

Uno scontro che dura 72 ore durante le quali l’Eritrea combatte contro l’esercito del Derg, superiore per numero di soldati e per armamenti.

L’Etiopia che vuole a tutti i costi mantenere il controllo del porto di Massawa, schiera carri armati, cannoni, missili, razzi anticarro, navi.

I combattenti eritrei si battono con coraggio.  La loro fanteria è armata con quanto preso al nemico. Per mare invece si difendono con i battelli fenkil, piccole cannoniere.

Le potenze estere e l’Europa guardano con scetticismo questo impari braccio di ferro. Non credono che l’Eritrea possa farcela.

La liberazione di Massawa da parte delle truppe eritree è una vittoria che sorprende tutti, anche il Derg e i suoi consulenti militari.

È la fine della presenza, in Eritrea, della Seconda Armata Rivoluzionaria etiopica.

I volontari eritrei che conquistano Massawa vincono contro uno degli eserciti più grandi e meglio armati d’Africa.

Dopo questa sconfitta l’esercito etiopico ripara a Ghinda.

L’operazione Fenkil è una schiacciante vittoria militare eritrea sul Derg.

Una sconfitta cui Menghistu Heilè Mariam risponde bombardando la città. Civili, case e infrastrutture sono annientate con napalm e bombe a grappolo.

Una scelta sanguinaria di cui ancora oggi la città porta le stigmate.

La liberazione di Massawa è una vittoria fondamentale per la conquista dell’indipendenza eritrea (24 maggio 1991).

Per questo motivo l’operazione Fenkil è ricordata, a febbraio di ogni anno, in Eritrea e in ogni città del mondo dove ci sono comunità eritree.

Per scandire insieme: “lunga vita agli eroi dell’Operazione Fenkil”.

Share

4 Commenti

  1. Enrico Sebastiani says:

    Congratulazioni ai nostri valorosi Patrioti che hanno liberato l’Eritrea. Auguri Buon anniversario Fenkil a tutto il popolo Eritreo.
    Grazie Dott.ssa Marilena Dolce

    • Marilena Dolce says:

      Grazie, è giusto che anche in Italia si conosca la storia recente dell’Eritrea, soprattutto la sua lotta per ottenere un diritto, l’indipendenza

  2. Grazie @Eritrealive per il vostro contributo per l’Informazione perchè molti non sanno dell’Eritrea di storia attuale e passata se non di quello che i media maggiori narrano monotematicamente e volutamente per screditare una Nazione che viene pagando enormi sacrifici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*