Cartoline dall’Eritrea

Asmara, Quartiere Alfa Romeo

Asmara, Quartiere Alfa Romeo

Officine e lavoro quando l’Africa era un po’ italiana Non lontano dal centro di Asmara, c’è il quartiere Alfa Romeo, dal nome della fabbrica, nato negli anni Trenta. Qui sorgono le villette del nuovo Impero, quello dell’Africa Orientale Italiana, fonte per la Patria di ricchezza e prestigio. La politica coloniale […]

Share
Leggi tutto ›
ERITREA, l’industria del divertimento

ERITREA, l’industria del divertimento

Dai cinema italiani al bowling made in USA Il colonialismo italiano, oltre alle attività artigianali e industriali, ha importato in Eritrea, colonia nata sotto il governo Crispi nel 1890, “l’industria del divertimento”. La città di Asmara, così come la vediamo oggi, nasce con Ferdinando Martini che unisce quattro villaggi preesistenti, […]

Share
Leggi tutto ›
Eritrea, Wedding Planner

Eritrea, Wedding Planner

Le televisioni occidentali, da qualche anno, propongono format nuziali eleganti, non convenzionali, campagnoli, cittadini, gipsy, con mamme & suocere che si contendono il primato sulla scelta dell’abito, future nuore e figlie pronte alla lacrima in diretta, generi e suoceri rassegnati al ruolo di comparsa. L’Eritrea, però, quanto a wedding planner […]

Share
Leggi tutto ›
Viaggio in Eritrea, Touch the Future (parte seconda)

Viaggio in Eritrea, Touch the Future (parte seconda)

Keren, Massawa, Adulis, Isole Dahlak Per viaggiare in Eritrea e uscire dalla capitale è necessario consegnare (per praticità consiglio in agenzia) un itinerario di viaggio. L’Eritrea non è un paese in stato d’assedio, tuttavia l’allerta per l’irrisolto problema con la frontiera etiope rende indispensabili controlli e check point, anche se […]

Share
Leggi tutto ›
Viaggio in Eritrea,Touch the Future (parte prima)

Viaggio in Eritrea,Touch the Future (parte prima)

Asmara, la capitale La prima volta che si arriva in Eritrea, atterrando all’Aeroporto Internazionale della capitale Asmara, sorprende il clima frizzante, l’aria fresca, “l’eterna primavera” dell’altopiano, indizio di un’Africa lontana dall’immaginario esotico mediterraneo. Passeggiando per il centro colpisce immediatamente l’impronta di «dignità urbana» voluta dai coloni italiani per questa città […]

Share
Leggi tutto ›
Asmara, barba e capelli

Asmara, barba e capelli

Cartoline dall'Eritrea, Italia aprile 15, 2013 at 11:00 am 0 0 commenti

Africa subsahariana, Asmara, capitale dell’Eritrea, nelle vie del centro, vicino al mercato, di fronte alla sinagoga, accanto al fruttivendolo, ci sono le barbierie, luoghi moderni dal sapore antico, lasciti di un “ordinato” colonialismo militare prima, civile poi. Botteghe d’antan con poltrone rosse di marca italiana per barbe rasate, panni caldi, […]

Share
Leggi tutto ›
Asmara, città sportiva

Asmara, città sportiva

Cartoline dall'Eritrea, Sport, Storia aprile 5, 2013 at 12:43 pm 0 1 commento

Gli italiani, durante il primo colonialismo, quello liberale e “civile” del governatore Ferdinando Martini, spostano la capitale dalla caldissima Massawa ad Asmara, 2.400 metri di altezza sull’altopiano, “eterna primavera,” clima fresco assicurato. Formata un tempo da quattro villaggi, ora la città deve acquisire “dignità urbana” come scrivono i coloni che […]

Share
Leggi tutto ›
Asmara Street, la libertà della moda

Asmara Street, la libertà della moda

Asmara, Eritrea, gennaio 2013, clima primaverile, come sempre. Panoramica della città, con (inevitabile) occhio occidentale per fotografare la strada, la gente, la moda e capire meglio alcuni aspetti di un paese dai molti volti. La moda di Asmara è giovane. Georg Simmel, filosofo tedesco nato a Berlino a fine Ottocento, […]

Share
Leggi tutto ›
Eritrea, dettagli made in Italy

Eritrea, dettagli made in Italy

Cartoline dall'Eritrea gennaio 2, 2013 at 7:53 pm 0 0 commenti

Asmara, un lembo d’Italia in Africa, città bellissima con un’architettura moderna, razionalista, liberty, decò, classicheggiante. Capitale fondata dal governatore Ferdinando Martini, Asmara è cresciuta negli anni Trenta grazie a giovani architetti poco inclini al marmoreo trionfalismo, pronti invece a sperimentare l’audacia delle ali spiegate, come nella futurista autofficina Fiat Tagliero.  […]

Share
Leggi tutto ›