Milano, One Day in Africa, Parallelozero Café, fotografie in mostra dal 15 al 30 maggio

Pubblicato da

A Milano, nell’ambito del 24° Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina
(6-12 maggio) è stata inaugurata la Mostra fotografica One Day in Africa ospitata negli spazi del Casello di Porta Venezia e realizzata con le immagini dei fotoreporter che collaborano con la rivista “Africa”.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Fotografia di Bruno Zanzottera, Rwanda, h 18 allenamenti di ciclismo.
La bicicletta, in Africa, è un mezzo molto utilizzato. Sulle strade, nelle ore meno calde, si incontrano giovani atleti che si allenano.

Quarantacinque fotografie, molto belle, che vale la pena di vedere e che saranno esposte per quindici giorni (16-30 maggio) a Milano, in largo Cairoli, nel nuovo spazio Pallalelozero Café, primo locale dedicato al fotogiornalismo.

Immagini che raccontano, come spiega il titolo, una giornata in Africa, dalle prime luci dell’alba al tramonto, cogliendo tradizione e innovazione di un mondo popolato da più di un miliardo di persone, con l’età media invidiabile di diciannove anni.

One Day in Africa scandisce le immagini con le lancette dell’orologio perché l’ora riportata dallo scatto ricomponga o, al contrario, accentui distanze e diversità.

Lo sguardo che ho scelto per proporre alcune di queste fotografie è quello di quello di Bruno Zanzottera, fotoreporter dell’agenzia Parallelozero, che più volte ha raccontato l’Eritrea con occhio attento a cogliere situazioni e sentimenti.

Mi piace il suo modo di vedere l’Africa, per condividere un mondo che non tutti conoscono, impresa non semplice, anche per i grandi fotografi.

Perché quello che spesso accade a uno straniero è di guardare mille cose, ma vedere solo ciò che già conosce come dice un proverbio africano.

Nella foto di Bruno Zanzottera, "h 13.30, raduno Masai", un gruppo di pastori che si dirige a un consiglio di anziani, attraversando la superficie spaccata dal sale del Lago Narton, a nord della Tanzania.

Nella foto di Bruno Zanzottera, “h 13.30, raduno Masai“, un gruppo di pastori  si dirige a un consiglio di anziani, attraversando la superficie spaccata dal sale del Lago Narton, a nord della Tanzania.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*